Amministratori: compensi solo con la delibera assembleare


I compensi per gli amministratori sono da fissare nell’assemblea dei soci. La prossima occasione è l’approvazione del bilancio entro il 30 aprile. Ai fini della deduzione del costo in Unico, solo la delibera assembleare ne tutela l’efficacia. Spesso le verifiche fiscali contestano a società di capitali la deduzione di compensi effettivamente corrisposti agli amministratori, e già correttamente assoggettati a ritenute Irpef, in carenza di apposita delibera assembleare. La delibera assembleare è, infatti, la “conditio sine qua non” per la deduzione degli stessi. A sostegno della tesi, il Fisco richiama il disposto normativo contenuto nell’articolo 2389 del Codice civile e i principi enunciati nella sentenza 21933/2008 delle Sezioni Unite della Cassazione.  In particolare, l’articolo 2389 del Codice civile stabilisce che i compensi degli amministratori devono essere deliberati dall’assemblea, sempre che non sia già stato stabilito nello statuto.


Partecipa alla discussione sul forum.