Alle Sezioni Unite i dubbi sulla disparità di trattamento dei dirigenti pubblici


La Sezione Lavoro della Cassazione ha rimesso gli atti al Primo Presidente per la questione concernente, con riguardo alla mobilità verso altre amministrazione dei segretari comunali o provinciali, la portata dell’art. 1, c. 49, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, ossia se si applichi anche alle procedure esaurite, sì da determinare una sanatoria della disparità di trattamento tra coloro che avevano optato per la mobilità dopo il 1° gennaio 2002, a cui è stata riconosciuta la qualifica dirigenziale, e coloro che lo avevano fatto in un momento anteriore, ai quali non è stato invece attribuito il suddetto inquadramento. (Anna Maria Pia Chionna)


Partecipa alla discussione sul forum.