Al via la riforma della revisione legale


Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto attuativo della direttiva Ue 2014/56. Parte così la riforma della revisione legale. Formazione e controllo di qualità sono tra i cardini della riforma. L’inosservanza degli obblighi formativi potrà essere soggetta a sanzioni, che in base al testo entrato all’esame dell’esecutivo, possono arrivare fino a 2.500 euro. L’attività formativa accreditabile potrà essere svolta o attraverso corsi a distanza erogati dal Mef, anche attraverso organismi convenzionati oppure tramite società o enti pubblici e privati accreditati dal Mef.


Partecipa alla discussione sul forum.