Agevolazioni: sisma 2012 – il beneficio va richiesto mediante istanza

di Redazione

Pubblicato il 14 febbraio 2014

Definite, con decreto Mef del 23 dicembre 2013 (pubblicato sulla GU del 12 febbraio), le modalità attuative della norma che riconosce un credito d’imposta a favore delle aziende e dei lavoratori autonomi attivi nell’area interessata che, a causa del sisma del maggio 2012, hanno subito danni a strutture o attrezzature necessarie allo svolgimento della loro attività. Ammessi al beneficio, anche imprese e professionisti della stessa zona che, pur non avendo diritto al risarcimento, sono tenuti a effettuare lavori di miglioramento sismico per innalzare il livello di sicurezza degli edifici utilizzati per l’attività (articolo 3, comma 10, Dl 74/2012). Il credito d’imposta è riservato alle aziende e ai lavoratori autonomi che svolgevano la loro attività e avevano sede legale o operativa nei comuni dell’Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, colpiti dal terremoto del 22 e 29 maggio 2013. L'istanza è da trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate; un provvedimento, entro 60 giorni, ne stabilirà termini e contenuti.