AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE: le assunzioni di donne beneficiano di uno sconto


L’assunzione di donne con il contratto di inserimento apre le porte ai benefici contributivi. Il ministero del lavoro legittima gli accordi stipulati quest’anno; per effetto della norma italiana e delle direttive comunitarie si può accedere a benefici superiori al 25% rispettando determinati requisiti. L’assunzione deve realizzare un incremento netto di dipendenti, non deve superare il 50% del costo salariale per ogni lavoratore (60% per diversamente abili), deve essere garantita la stabilità per almeno 12 mesi, la donna assunta deve risiedere nelle regioni agevolate indicate nel decreto. In riepilogo, le regioni del centro sud godono di un risparmio del 40%, quelle del centro nord (Lazio incluso) beneficiano del 25%.


Partecipa alla discussione sul forum.