Agevolazioni: condizioni per fruire del credito d’imposta accise autotrazione

Con la circolare n. 4/D del 23 febbraio 2016, l’Agenzia delle Dogane fornisce indicazioni agli autotrasportatori in merito all’ottenimento del credito d’imposta sul gasolio utilizzato per autotrazione, alla luce delle posizioni recentemente sostenute dall’Avvocatura Generale dello Stato e degli ultimi orientamenti giurisprudenziali in materia. Gli autotrasportatori merci per conto di terzi possono avere la disponibilità dell’autoveicolo a titolo di proprietà, locazione con facoltà di compera, locazione finanziaria, acquisto con patto di riservato dominio e usufrutto. La concessione e l’utilizzo dell’autoveicolo mediante comodato o locazione senza conducente è riservata esclusivamente alle imprese iscritte nell’Albo degli autotrasportatori. L’agevolazione è concessa a condizione di forma scritta del contratto e osservanza del suddetto vincolo. Nel caso del comodato, l’esercente dovrà documentare il titolo di disponibilità del veicolo con il contratto debitamente registrato e con l’esibizione della copia vistata della prescritta dichiarazione sostitutiva resa all’Ufficio della Motorizzazione Civile. Per gli esercenti trasporto pubblico di persone è prevista un’analoga procedura di rimborso per l’utilizzo del gasolio per autotrazione: in tal caso le Dogane prevedono che l’ottenimento del rimborso è legato alla verifica del titolo giuridico in base al quale l’impresa dispone dell’automezzo.


Partecipa alla discussione sul forum.