Agenzia delle entrate: prorogato il termine per sanare la posizione delle partite IVA inattive


E’ prorogato il termine per sanare le partite IVA inattive. I titolari di partita Iva che abbiano dimenticato di comunicare la cessazione della propria attività entro i 30 giorni, come previsto dalla legge, possono sanare la violazione versando entro 90 giorni a partire dal 6 luglio (data di entrata in vigore del Dl 98/2011) un importo pari a 129 euro. Il versamento va effettuato entro il 2 aprile 2012. Inizialmente il Decreto lo aveva stabilito al 4 ottobre 2011, poi, l’art. 26, c. 6 del Dl 216/2011, l’ha spostato alla data indicata. Il pagamento deve essere effettuato con il modello F24 elementi identificativi con codice tributo 8110. Si ricorda che non è necessario inviare all’Agenzia delle Entrate la copia del pagamento e neanche presentare la dichiarazione di cessazione attività.


Partecipa alla discussione sul forum.