Agenzia delle Entrate: l’operazione finalizzata ad eseguire l’assegnazione agevolata ai soci non configura abuso

Con la Risoluzione 98/E, l’Agenzia delle Entrate ha analizzato i profili elusivi nella scissione non proporzionale, finalizzata all’assegnazione agevolata di immobili sociali. Rispondendo ad un interpello, l’Agenzia ha affermato che “considerato che la scissione risponde alla necessità di riorganizzare l’assetto societario per permettere solo ad alcuni soci di procedere all’assegnazione agevolata degli immobili, come sottolineato dagli istanti nell’interpello presentato, la scrivente ritiene che detta scelta, meritevole di tutela, non integra lo sviamento della ratio di alcuna norma o principio dell’ordinamento. Non sussistendo alcun elemento di indebito vantaggio fiscale, non si prosegue nel riscontro degli altri elementi costitutivi dell’abuso”.


Partecipa alla discussione sul forum.