Agenzia delle Entrate: chiarimenti in merito reverse charge console, tablet PC e laptop


L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 21/E del 25 maggio 2016, fornisce chiarimenti in merito il reverse charge su console, tablet PC e laptop. Come si legge: l’applicazione del meccanismo del reverse charge comporta che il destinatario della cessione territorialmente rilevante, se soggetto passivo d’imposta, è obbligato all’assolvimento dell’imposta, in luogo del cedente”. Riguardo i  soggetti esclusi, “si ritiene che l’obbligo del meccanismo dell’inversione contabile alle fattispecie in esame, ai sensi del citato articolo 17, comma 6, lett. c), del D.P.R. n. 633 del 1972, trovi applicazione per le sole cessioni dei beni effettuate nella fase distributiva che precede il commercio al dettaglio”.


Partecipa alla discussione sul forum.