Agenzia delle Entrate: chiarimenti in merito assegnazione/cessione beni ai soci


La legge di Stabilità 2016 ha introdotto il regime fiscale agevolato dell’assegnazione e la cessione agevolata ai soci di determinati beni immobili e dei beni mobili iscritti in pubblici registri; nonché la trasformazione agevolata in società semplici per le società che hanno per oggetto esclusivo o principale la gestione dei predetti beni. L’assegnazione si configura nel caso in cui la società proceda, nei confronti dei soci, alla distribuzione di capitale o di riserve di capitale ovvero alla distribuzione di utili o di riserve di utili mediante l’attribuzione di un bene; è rivolta alle Spa, Sapa, Srl, Snc, Sas. In alternativa, la società può anche optare per la cessione agevolata del bene al socio. Per quanto riguarda i soci nei confronti dei quali la società può procedere all’assegnazione agevolata dei beni, non essendoci un’espressa limitazione soggettiva, questi possono essere anche rappresentati da soggetti diversi dalle persone fisiche ed essere non residenti nel territorio dello Stato. Per usufruire dell’assegnazione agevolata, la circolare n.26/E/2016 ricorda che l’atto di assegnazione deve essere effettuato entro il 30 settembre 2016 e tutti i soci devono risultare iscritti nel libro dei soci alla data del 30 settembre 2015.


Partecipa alla discussione sul forum.