Agenzia delle Dogane: chiarimenti sull’obbligo di emissione della bolla di accompagnamento

La circolare 4/D del 15 aprile 2014 dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli chiarisce quando scatta l’obbligo di emissione del documento di accompagnamento dei beni viaggianti. Nello specifico, per i prodotti che abbiano assolto l’imposta, i soggetti economici che rivestono ruoli tali da presupporre successive movimentazioni dei beni, quali i distributori all’ingrosso ed i rivenditori di merci, non sono tenuti ad emettere la bolla in questione. Riguardo la birra, la circolare precisa che la bolla di accompagnamento (BAM) è dovuta da parte del depositario autorizzato al momento dell’estrazione del prodotto dall’impianto, considerato dunque il momento di “prima immissione in commercio”, e non in sede di successivi trasferimenti del bene; per la movimentazione di oli lubrificanti, non è necessaria l’emissione della bolla di accompagnamento in sede di rivendita da parte di esercenti depositi commerciali.


Partecipa alla discussione sul forum.