Adeguati i diritti di protesto


Il Ministero della Giustizia ha fissato i nuovi importi per i diritti di protesto. In G.U. del 20 aprile è stato pubblicato il decreto 26 marzo 2012, recante disposizioni per l’adeguamento dei diritti di protesto e delle indennità di accesso relativi alla levata dei protesti cambiari. Gli importi minimo e massimo del diritto di protesto e le indennità di accesso sono fissati come segue: diritto di protesto: minimo € 1,99 + 0,11 = 2,10; massimo € 43,03 + 2,32 = 45,35; indennità di accesso: a) fino a 3 chilometri: € 1,78 + 0,10 = 1,88; b) fino a 5 chilometri: € 2,11 + 0,11 = 2,22; c) fino a 10 chilometri: € 3,89 + 0,21 = 4,10; d) fino a 15 chilometri: € 5,48 + 0,30 = 5,78; e) fino a 20 chilometri: € 6,79 + 0,37 = 7,16. Oltre i venti chilometri, per ogni sei chilometri o frazione superiore a tre chilometri di percorso successivo, l’indennità prevista alla precedente lettera: e) è aumentata 1,78 + 0,10 = 1,88.


Partecipa alla discussione sul forum.