Acconto IVA: può convenire il calcolo analitico


In dirittura di arrivo anche l’ultimo adempimento “economico” dell’anno: l’acconto IVA. Il 27 dicembre è il termine ultimo di pagamento. Si ricorda, che in alternativa al calcolo sullo storico, o sul presuntivo, esiste un calcolo analitico che può risultare conveniente in questo periodo di crisi. In particolare, potrebbe tornare a vantaggio dei contribuenti che hanno optato per il nuovo regime dell’IVA per cassa. Il calcolo con il metodo analitico si basa sulle operazioni effettuate fino al 20 dicembre. In particolare, l’acconto è pari al 100% dell’importo risultante da un’apposita liquidazione che tiene conto dell’Iva relativa alle seguenti operazioni: operazioni annotate nel registro delle fatture emesse (o dei corrispettivi) dal 1° dicembre al 20 dicembre (se si tratta di contribuenti mensili) o dal 1° ottobre al 20 dicembre (se si tratta di contribuenti trimestrali); operazioni effettuate, ma non ancora registrate o fatturate, dal 1° novembre al 20 dicembre (se si tratta di contribuenti mensili) o fino al 20 dicembre (se si tratta di contribuenti trimestrali); operazioni annotate nel registro delle fatture degli acquisti dal 1° dicembre al 20 dicembre (se si tratta di contribuenti mensili) o dal 1° ottobre al 20 dicembre (se si tratta di contribuenti trimestrali).


Partecipa alla discussione sul forum.