ACCONTO IRPEF: le regole per la sua determinazione


L’acconto IRPEF/IRAP va versato nella misura del 99% dell’imposta dell’anno precedente (rigo RN31). La prima rata versata a giugno/luglio è stata pari al 40% del 99% (se è stata versata), la seconda sarà il residuo o il totale (a seconda dei casi). IRES/IRAP (società di capitali, enti) vogliono un acconto pari al 100% dell’imposta dovuta l’anno precedente. L’acconto può essere storico (questo esposto) o previsionale, assicurando sempre il versamento delle percentuali indicate, calcolate sulla base della presunta imposta a debito nel periodo corrente. Nel calcolo storico è necessario tenere conto dei componenti negativi che hanno influenzato il reddito 2008, ma che ora sono indeducibili; in particolare: spese alberghi e ristoranti, ammortamento beni strumentali. I contribuenti che nel 2009 sono rientrati nel regime dei minimi devono sempre calcolare l’acconto con le modalità ordinarie; non è infatti previsto calcolarle facendo riferimento all’imposta sostitutiva che sarà versata nel 2009.


Partecipa alla discussione sul forum.