ACCERTAMENTO: secondo una sentenza della Ctp di Sondrio il redditometro va accompagnato da verifiche sostanziali


La sentenza n. 24/2/11 del 25 marzo 2011 – Ctp di Sondrio – si occupa del redditometro e della sua “forza” nell’accertamento. La Commissione, nel caso di un contribuente che aveva subito un accertamento da redditometro per il possesso di due auto e due abitazioni, una principale e una a disposizione, che documentava il mantenimento di detti beni con la copertura nella capacità reddituale del nucleo familiare e finanziamenti erogati dalle banche, contestando, altresì, la nullità dell’atto per una insanabile carenza nella motivazione dello stesso, ha dato ragione al contribuente accettando il ricorso. L’accertamento da redditometro, basandosi su una presunzione semplice di maggior capacità reddituale, deve obbligatoriamente essere accompagnato da verifiche sostanziali in merito alla capacità contributiva del soggetto verificato.


Partecipa alla discussione sul forum.

ACCERTAMENTO: secondo una sentenza della Ctp di Sondrio il redditometro va accompagnato da verifiche sostanziali


La sentenza n. 24/2/11 del 25 marzo 2011 – Ctp di Sondrio – si occupa del redditometro e della sua “forza” nell’accertamento. La Commissione, nel caso di un contribuente che aveva subito un accertamento da redditometro per il possesso di due auto e due abitazioni, una principale e una a disposizione, che documentava il mantenimento di detti beni con la copertura nella capacità reddituale del nucleo familiare e finanziamenti erogati dalle banche, contestando, altresì, la nullità dell’atto per una insanabile carenza nella motivazione dello stesso, ha dato ragione al contribuente accettando il ricorso. L’accertamento da redditometro, basandosi su una presunzione semplice di maggior capacità reddituale, deve obbligatoriamente essere accompagnato da verifiche sostanziali in merito alla capacità contributiva del soggetto verificato.


Partecipa alla discussione sul forum.