Accertamento esecutivo: la nuova procedura di riscossione


L’accertamento esecutivo (L. 122/2010) è operativo dal 1° ottobre 2011. Dal 1° gennaio 2012 la regola è che l’avviso di accertamento assolve sia la funzione impositiva, sia quella esattiva. La novità vuole la scomparsa della cartella di pagamento: l’atto acquisisce la valenza di titolo esecutivo, decorsi i termini per proporre ricorso (60 gg. dalla notifica, salvo i casi di sospensione del termine), contendo, anche, l’esplicita intimazione ad adempiere all’obbligo di pagamento degli importi indicati entro il medesimo termine. Dopo ulteriori 30 gg., in caso di mancato pagamento, viene incaricato all’Agente della riscossione per l’esecuzione forzata delle somme maggiorate dell’aggio pari al 9%.  


Partecipa alla discussione sul forum.