Accertamento: controlli IVA per le sanatorie Legge 289/2002 (condoni)


La circolare dell’Agenzia delle entrate 1/E del 13 gennaio 2012 fornisce indicazioni sulla linea di condotta da tenere in relazione alle verifiche nei confronti di chi ha aderito ai condoni 2002. Le annualità coperte dalle sanatorie previste dalla legge 289/2002, per le quali non sono ancora decaduti i termini per l’accertamento, raddoppiati dall’esistenza di violazioni penali, saranno controllate qualora gli uffici dispongano di specifici elementi probatori delle violazioni stesse. Il raddoppio dei termini è stato disposto dalla sentenza della Corte costituzionale n. 247, depositata il 25 luglio 2011, la giurisprudenza comunitaria ha considerato illegittimo il “condono tombale” in materia di IVA. Detto questo si precisa che i dati relativi ai condoni non possono in nessun caso costituire, di per sé soli, indizi di violazioni penali tali da imporre l’obbligo di denuncia e la correlata riespansione del potere di accertamento, essendo sempre necessari specifici elementi idonei a configurare le violazioni stesse.


Partecipa alla discussione sul forum.