ACCERTAMENTI: il piano triennale di verifica


Controlli del Fisco mirati ai contribuenti con redditi bassi, anche pari a zero. Il piano straordinario triennale 2009/2011 punta il dito su questi contribuenti “particolari”, dove la capacità contributiva, il tenore di vita, mal si concilia con il valore del reddito dichiarato. Il metodo del redditometro indica i redditi fino a 15.000 euro come contrastanti con qualsiasi possesso di beni o servizi, e incrementi patrimoniali. A titolo esemplificativo desta sospetto l’incremento patrimoniale derivante dall’acquisto di un immobile, o ancora della detenzione e sostenimento delle spese relative ad auto di lusso, ed anche del comportamento riferito al nucleo familiare. Guardia di Finanza, ma anche i Comuni saranno i soggetti principali atti alle verifiche.


Partecipa alla discussione sul forum.