Accertamenti catastali: in F24 dal 1° giugno 2015


Il modello F24 estende il suo utilizzo al pagamento degli importi dovuti in seguito alla notifica di avvisi di accertamento per inosservanza della normativa catastale. Con provvedimento del 23 marzo 2015 si dispone che, a partire dal 1° giugno 2015, il modello F24 potrà essere utilizzato per il pagamento di: tributi speciali catastali; sanzioni amministrative, per violazioni alle disposizioni previste dall’ordinamento catastale; interessi sui tributi speciali catastali; imposta di bollo correlata ad adempimenti per accertamenti catastali; recupero spese per volture; spese di notifica di atti catastali; oneri accessori per operazioni catastali; altre spese per operazioni catastali.


Partecipa alla discussione sul forum.