Accertamenti catastali: i codici per pagare in F24

Dal prossimo 1° giugno, come previsto dal provvedimento 23 marzo 2015,  il versamento dei tributi speciali, interessi e sanzioni, dell’imposta di bollo, degli oneri accessori e delle altre spese dovuti in seguito ad accertamento catastale potrà essere assolto tramite il modello F24. La risoluzione n. 50/E del 13 maggio 2015 ha istituito i seguenti codici tributo: “T009” – Tributi speciali catastali; “T010”  – Sanzioni per mancati adempimenti catastali; “T011” – Interessi sui tributi speciali catastali; “T012” – Imposta di bollo; “T013” – Recupero spese per volture; “T014” – Oneri accessori per operazioni catastali; “T015” – Altre spese per operazioni catastali. I codici devono essere esposti nella sezione “Erario” del modello F24, riportando il “codice atto” e l’“anno di riferimento” indicati nell’atto dell’ufficio. Per le spese di notifica degli atti emessi dagli uffici, deve essere impiegato il codice tributo “806T”, già in uso.


Partecipa alla discussione sul forum.