Accertamenti catastali: i codici per pagare in F24

Dal prossimo 1° giugno, come previsto dal provvedimento 23 marzo 2015,  il versamento dei tributi speciali, interessi e sanzioni, dell’imposta di bollo, degli oneri accessori e delle altre spese dovuti in seguito ad accertamento catastale potrà essere assolto tramite il modello F24. La risoluzione n. 50/E del 13 maggio 2015 ha istituito i seguenti codici tributo: “T009” – Tributi speciali catastali; “T010”  – Sanzioni per mancati adempimenti catastali; “T011” – Interessi sui tributi speciali catastali; “T012” – Imposta di bollo; “T013” – Recupero spese per volture; “T014” – Oneri accessori per operazioni catastali; “T015” – Altre spese per operazioni catastali. I codici devono essere esposti nella sezione “Erario” del modello F24, riportando il “codice atto” e l’“anno di riferimento” indicati nell’atto dell’ufficio. Per le spese di notifica degli atti emessi dagli uffici, deve essere impiegato il codice tributo “806T”, già in uso.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it