730: le autocertificazioni rafforzano il visto di conformità


Controllo dei documenti di spesa, effettuazione delle relative annotazioni quando necessarie e richiesta delle dichiarazioni sostitutive per i dati che il contribuente può autocertificare. Quest’anno gli operatori possono contare su un supporto molto utile e completo, costituito dalla circolare 7/E del 4 aprile 2017, che elenca  i requisiti essenziali e la documentazione necessaria a fronte delle varie tipologie di spesa agevolate dal legislatore. Un “manuale di sopravvivenza” per il soggetto certificatore, scaturito dalla collaborazione tra le Entrate e la Consulta nazionale dei Caf, a cui può affidarsi anche il contribuente alle prese con la precompilata fai-da-te per ridurre al minimo gli errori di compilazione.


Partecipa alla discussione sul forum.