730/2013: lieve restyling

Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 4 marzo 2013 apporta modifiche al precedente del 17 gennaio, riguardante l’approvazione del modello 730/2013 e le relative istruzioni. La novità più significativa è rappresentata dall’inserimento, nel frontespizio del modello, della casella “Casi particolari addizionale regionale”. Va barrata esclusivamente dai contribuenti che hanno il domicilio fiscale in Veneto per usufruire dell’aliquota agevolata dell’addizionale regionale IRPEF. Altre modifiche riguardano le istruzioni per la compilazione del modello 730. Vengono corrette le indicazioni che riguardano i punti del modello CUD 2013 dai quali riportare i crediti spettanti (IRPEF, cedolare secca, addizionali regionale e comunale).


Partecipa alla discussione sul forum.