730/2012: la riduzione degli acconti

di Redazione

Pubblicato il 21 settembre 2012



Il contribuente che vuole ridurre o non versare il secondo acconto IRPEF, dovuto in base al modello 730/2012, può chiedere al sostituto d’imposta di non effettuare o ridurre la trattenuta. E’ necessario effettuare una comunicazione scritta al sostituto, entro il 1° ottobre, dove espressamente si palesa la richiesta. Nella domanda devono essere specificati i dati anagrafici e la richiesta secondo questa forma: “chiede sotto la propria piena responsabilità, conscio/a che le eventuali sanzioni saranno solo a lui/lei imputabili, di effettuare i seguenti minori versamenti a titolo di seconda/unica rata di acconto IRPEF per l’anno 2012”. In caso di dichiarazione congiunta, il dichiarante ed il coniuge possono effettuare scelte differenti in relazione al versamento degli acconti.