5‰ 2016 ancora aperto il canale di trasmissione: si può regolarizzare


 

Gli enti ritardatari o con la necessità di correggere o integrare la loro richiesta di iscrizione agli elenchi del 5‰ dell’Irpef 2016 possono, entro domani 30 settembre, concludere l’operazione grazie alla remissione in bonis (articolo 2, comma 2, Dl 16/2012). Al fine bisogna effettuare l’adempimento e il versamento, tramite F24 (codice tributo “8115”), della sanzione di 250 euro, importo che non è possibile compensare con eventuali crediti.

 


Partecipa alla discussione sul forum.