Articoli a cura di Luigi Alfano


Ricerca in corso...

Riscossione dei tributi
In merito alla questione dell’ammissibilità dell’impugnazione del c.d. estratto di ruolo, per diversi anni si è registrata la coesistenza di due orientamenti giurisprudenziali nettamente contrastanti. Una parte della giurisprudenza ha da sempre ammesso tale tipologia di impugnazione, sia avendo riguardo alla correttezza del procedimento di notifica del titolo esecutivo, sia avendo riguardo alla verifica dell’eventuale decorso dei termini prescrizionali maturati a far data dalla notifica stessa. Una seconda parte, di converso, operando una più rigida lettura dell’elenco degli atti impugnabili, ha ritenuto che tale tipologia di impugnazione fosse inammissibile. La Corte di Cassazione ha cercato di risolvere tale annosa questione

Contenzioso e processo tributario
A seguito della notifica, da parte dell’Ente convenuto nel giudizio di primo grado, dell’appello avverso la sentenza della Commissione Tributaria Provinciale che abbia accolto in tutto o in parte il ricorso proposto dal contribuente, il difensore si trova dinanzi alla non sempre agevole scelta tra la produzione del mero atto di controdeduzioni avverso le eccezioni mosse in appello dalla controparte e la proposizione, in seno al medesimo atto di controdeduzioni, dell’appello incidentale

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it