Bonus Restauro edifici storici: istanze al via da febbraio 2022 – Diario Quotidiano del 22

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 21 ottobre 2021



Nel DQ del 21 Ottobre 2021:
1) DPB approvato: si prevede un primo intervento di riduzione degli oneri fiscali
2) Canone Rai: esonero per i circoli con attività di somministrazione bevande
3) Dl fiscale: ai Revisori legali la possibilità di apporre il visto di conformità sulle dichiarazioni inviate
4) Sviluppo del commercio elettronico
5) Distacco transnazionale dei lavoratori: novità
6) Nuova modalità di invio dei flussi di pagamento diretto dei trattamenti di integrazione salariale, tramite il flusso “UniEmens-Cig”
7) Pensione di reversibilità: su MyINPS la domanda precompilata
NOTIZIA IN EVIDENZA - 8) Bonus “Restauro” edifici storici: istanze al via da febbraio 2022
9) Istruzioni operative INPS sull’obbligo ampliato di assicurazione al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo
10) Rideterminazione del valore fiscale delle partecipazioni; altri interpelli di fisco
11) Contratto di permuta di immobili pubblici: tassazione
12) Dematerializzazione della nota spese prodotta dal dipendente trasfertista senza firma digitale

Bonus Restauro edifici storici: istanze al via da febbraio 2022

Bonus Restauro edifici storici, le istanze partono da febbraio 2022.

Il bonus restauro edifici storici potrà essere utilizzato in compensazione tramite modello F24, presentato attraverso i servizi telematici dall’Agenzia delle entrate, o ceduto a terzi, istituti di credito compresi, ma una sola volta.

È pari al 50% delle spese sostenute nel 2021 e 2022 il credito d’imposta previsto per la manutenzione, la protezione o il restauro degli immobili di interesse storico e artistico.

Sono agevolabili, tra gli altri, gli interventi mirati al miglioramento della sicurezza, alla conservazione dell’edificio e all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Come avverte l’Agenzia delle entrate nella nota del 20 ottobre 2021, apparsa sul notiziario telematico, è pronto, in attesa del varo definitivo con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il decreto del ministro della Cultura, di concert