Niente imposta di donazione sull’atto di dotazione del trust – Diario Quotidiano del 13 Agosto 2021

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 13 agosto 2021



Nel DQ del 13 Agosto 2021:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Niente imposta di donazione sull’atto di dotazione del trust
2) Proroga dei versamenti fiscali al 20 agosto 2021
3) Proroga dei versamenti fiscali al 15 settembre 2021
4) Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro: elenco dei soggetti abilitati
5) Coefficiente di rivalutazione delle quote di Tfr di luglio 2021
6) I PIN già rilasciati dall’INPS saranno dismessi dal 30 settembre 2021, tutori e genitori dovranno richiedere la delega

1) Niente imposta di donazione sull’atto di dotazione del trust

Atto di dotazione del trust senza l’imposta di donazione. Dopo svariate sentenze, pubblicate in questi ultimi anni, con le quali la Cassazione (invertendo la sua precedente giurisprudenza) ha deciso che la dotazione del trust non costituisce un presupposto applicativo dell’imposta di donazione, l’Agenzia delle entrate, con un bozza di circolare in consultazione fino al 30 settembre 2021 (si veda nel Diario quotidiano del 12 agosto 2021), ha modificato il proprio orientamento di natura opposta, peraltro contenuto nelle circolari 48/E/2007 e 3/E/2008.

 

Pronunce della Cassazione sulla dotazione del trust e riflessi sulle imposte indirette

Nella bozza della circolare vengono chiariti anche gli effetti sulla tassazione indiretta del trust, prodotti dal nuovo e ormai consolidato orientamento della giurisprudenza di legittimità. In base a numerose pronunce della Cassazione, infatti, si può affermare che il “conferimento” di beni e diritti in trust, ai fini dell’applicazione della reintrodotta imposta sulle successioni e donazioni, non dà luogo di per sé a un effettivo trasferimento di beni o diritti e, quindi, non comporta un arricchimento dei beneficiari.

Secondo i giudici di legittimità, per la tassazione non è rilevante una generica “utilità economica” della quale il costituente dispone, ma l’effettivo incremento patrimoniale del beneficiario.

La Corte di Cassazione, in una prima fase, ha condiviso la posizione interpretativa dell’Amministrazione finanziaria.

Ripercorrendo brevemente le pronunce di legittimità viene rilevato che la Suprema corte, in tema di trust di garanzia, aveva ri