Fattura elettronica mista (Iva e spese anticipate) e imposta di bollo – Diario Quotidiano del 22 Luglio 2021

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 22 luglio 2021



Nel DQ del 22 Luglio 2021:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Fattura elettronica mista (Iva e spese anticipate): si applica l’imposta di bollo se l’importo supera € 77,47
2) IVA sui corsi di formazione e altra di prassi del Fisco “in pillole”
3) Proposte di legge in materia di compensazione di crediti maturati dalle imprese
4) Sequestro antimafia - decesso dell’imprenditore: adempimenti fiscali a carico dell’amministratore giudiziario
5) Bonus asili nido e altra Prassi INPS
6) Conferma della Cassazione sulla riserva di legge dei Consulenti del Lavoro
7) MEF: con la fatturazione elettronica aumentato l’imponibile IVA di quasi il 18%
8) Commercialisti: elezioni con voto a distanza l’11 e 12 ottobre 2021v 9) L’Organismo di Vigilanza nella prassi delle imprese
10) Pensionati: il cedolino di pensione di agosto 2021

1) Fattura elettronica mista (Iva e spese anticipate): si applica l’imposta di bollo se l’importo supera € 77,47

Lo afferma l’Agenzia delle entrate in una delle risposte del 20 luglio 2021 in tema di fattura elettronica mista (si veda il Diario quotidiano del 21 luglio 2021).

 

Il parere del Fisco sull'obbligo di bollo

L’Agenzia mette in risalto la circostanza che la normativa preveda l’esenzione dall'imposta di bollo per le fatture e gli altri documenti indicati nella tariffa, relativi al pagamento di corrispettivi di operazioni soggette a Iva.

Nel caso in cui, nella stessa fattura siano indicati importi sia imponibili Iva sia non soggetti a tale