Contributo a fondo perduto alternativo, domande al via – Diario Quotidiano del 5 Luglio 2021

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 5 luglio 2021

Nel DQ del 5 Luglio 2021:
1) Sulle somme accertate dall’Amministrazione finanziaria, l’Iva è già compresa
2) Processo esecutivo sospeso: come si ripercuote sull’attività del delegato alle vendite giudiziarie
3) Min. Lavoro: SPID – dal 7 luglio si rafforza la sicurezza per accedere al Portale Servizi Lavoro
4) ISCRO a favore dei soggetti iscritti alla Gestione separata INPS
5) I codici PIN già rilasciati dall’INPS verranno dismessi entro il 30 settembre 2021, largo a SPID, CIE e CNS entro agosto
6) Cessione del quinto delle pensioni: tassi aggiornati
7) Indennità per lavoratori autonomi (ISCRO): domanda online
8) Covid-19: certificazione 2020 dei fondi straordinari
9) Apprendistato, le istruzioni per lo sgravio contributivo
10) BREXIT: Procedura per dichiarazioni di transito in entrata dal Regno Unito alla Francia
NOTIZIA IN EVIDENZA - 11) Contributo a fondo perduto alternativo, domande al via da oggi 5 luglio 2021

11) Contributo a fondo perduto alternativo, domande al via da oggi 5 luglio 2021

Tutto pronto per l’invio, da lunedì 5 luglio, delle richieste di contributo a fondo perduto alternativo ai contributo a fondo perduto automatici, previsto dal Dl Sostegni bis (Dl n. 73/2021, commi da 5 a 15).

Il provvedimento firmato il 2 Luglio dal direttore dell’Agenzia delle Entrate ha infatti approvato il modello da utilizzare per chiedere il contributo con le relative istruzioni.

Dal 5 luglio e fino al 2 settembre, i contribuenti interessati potranno presentare domanda tramite il servizio web presente sul portale Fatture e Corrispettivi, mentre la trasmissione tramite i canali telematici Entratel/Fisconline può essere effettuata dal 7 luglio 2021.

 

Contributo a fondo perduto alternativo

Il contributo a fondo perduto, alternativo a quello automatico previsto dal Dl Sostegni bis, è rivolto ai soggetti con un ammontare di ricavi o di compensi non superiore a dieci milioni di euro e può avere un importo massimo di 150.000 euro.

Due i requisiti per accedere al sostegno: aver conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro e aver avuto un calo mensile medio del fatturato e dei corrispettivi dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 di almeno il 30% rispetto al periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.


A chi spetta il contributo a fondo perduto integrativo?

In base a quanto stabilito dal “Decreto Sostegni bis”, il nuovo contributo è alternativo al contributo “Sostegni bis automatico” (articolo 1,