Il ritardo nel pagamento di una rata non fa perdere i benefici della rateizzazione – Diario Quotidiano del 31 Marzo 2021

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 31 marzo 2021



Nel DQ del 31 marzo 2021:
1) Sì alla riduzione TARI per la carenza del servizio di raccolta rifiuti
2) Giudice d’appello: nessun errore di percezione nella valutazione dei fatti
3) Cartella esattoriale: nulla se manca il calcolo degli interessi
4) Commercio elettronico: imponibilità ampia delle cessioni ai fini IVA
NOTIZIA IN EVIDENZA - 5) I benefici della rateizzazione non si perdono in caso di lieve ritardo nel pagamento di una sola rata
6) Startup innovative: niente da fare, ci vuole il Notaio
7) Comunicazioni dell’opzione relativa agli interventi di recupero del patrimonio edilizio: aggiornate le specifiche tecniche per l’invio telematico
8) Uso dei social network: massimo decoro dei Commercialisti, altrimenti si rischi di incorrere nelle sanzioni disciplinari
9) Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo: precisazioni sulla modalità di calcolo della retribuzione lorda
10) Tassazione legato con efficacia obbligatoria
11) Cessione di crediti deteriorati: circolare di Assonime sulle imposte anticipate
12) Aggiornamenti in tema di classificazione dei prodotti ai fini della normativa doganale e della disciplina c.d. dual use

5) I benefici della rateizzazione non si perdono in caso di lieve ritardo nel pagamento di una sola rata

I ritardi sotto i 15 giorni non pregiudicano il beneficio della rateizzazione concessa al contribuente.

Buona notizia per tutti coloro che, alla prese con molteplici adempimenti e scadenze, possano avere dimenticato di pagare la rata al fisco.

Peraltro, il termine è stato ulteriormente ampliato a 90 giorni (D.L. 193/2015).