Accertamento firmato digitalmente: notifica a mezzo posta ordinaria di una copia cartacea – Diario quotidiano del 10 febbraio 2021

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 10 febbraio 2021



Nel DQ del 10 Febbraio 2021:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Accertamento firmato digitalmente: sì alla notifica a mezzo posta ordinaria di una copia cartacea
2) Le sanzioni da applicare sul lavoro irregolare non sono di competenza del giudice tributario
3) Il ruolo esattoriale e l’apposito modulo del MEF bastano per richiedere l’adempimento tributario al contribuente
4) Il comportamento omissivo della società rende inutilizzabile i dati esibiti dopo
5) Categoria catastale delle infrastrutture acquedottistiche per l’erogazione di acqua potabile
6) Cessione materia prima secondaria con Iva al 22% e senza reverse charge
7) Sono esenti Iva le prestazioni effettuate dal consorzio nei confronti della Fondaione
8) Trattamento fiscale applicabile all’assegno di mantenimento erogato all'ex coniuge da una persona fiscalmente residente in Francia
9) Trattamento IVA applicabile sui contributi erogati dalla pubblica Amministrazione
10) Superbonus: interventi finalizzati alla efficienza energetica realizzati in un cosiddetto supercondominio

1) Accertamento firmato digitalmente: sì alla notifica a mezzo posta ordinaria di una copia cartacea

E’ legittimità la notifica a mezzo posta ordinaria di una copia analogica (ovvero, cartacea) conforme al documento informatico.

Lo dice la Corte di cassazione, con la sentenza n. 1150/5 del 21/01/2021, sulla validità degli accertamenti firmati digitalmente e notificati con posta ordinaria.