Corrispettivi telematici: niente ravvedimento operoso per i casi di omessa memorizzazione – Diario Quotidiano del 12 Gennaio 2021

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 12 gennaio 2021



Nel DQ del 12 Gennaio 2021:
1) Credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro: modifiche al provvedimento direttoriale
2) Continua la pubblicazione delle risposte del Fisco sulle agevolazioni fiscali
3) Iva al 10% per la manutenzione ordinaria e straordinaria realizzata sull’immobile della Fondazione
4) Il periodo di sperimentazione dell’APE sociale è posticipato fino al 31 dicembre 2021
5) Invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria: obbligo spostato dal 1° gennaio 2022
6) Partiti i bonifici automatici per i ristori del “Decreto Natale”
7) Cndcec: approvato il documento “Modifiche al progetto SAF”
NOTIZIA IN EVIDENZA - 8) Corrispettivi telematici: niente ravvedimento operoso per i casi di omessa memorizzazione o di dati incompleti o non veritieri
9) Entrate tributarie: nei primi undici mesi del 2020 gettito pari a 393,6 miliardi
10) Contributo a fondo perduto Covid-19: spetta anche se l’attività già svolta prosegue; altre risposte del fisco del giorno

8) Corrispettivi telematici: niente ravvedimento operoso per i casi di omessa memorizzazione o di dati incompleti o non veritieri

Corrispettivi telematici: slitta al 1° luglio 2021 la semplificazione prevista per coloro che utilizzano sistemi evoluti di incasso (carte di credito, ecc.).

corrispettivi telematici ravvedimento operosoNel caso in cui l’omessa/tardiva trasmissione dei corrispettivi, oppure la trasmissione con dati incompleti o non veritieri, non abbia inciso sulla corretta liquidazione del tributo (si parla, quindi, di una violazione formale), si applica una sanzione amministrativa meno onerosa, di 100 euro per ciascuna trasmissione.

Non si tiene conto del “concorso di violazioni e continuazione” (art. 12, Dlgs n. 472/1997).

Legge di bilancio 2021: ridefinita la mappa delle sanzioni applicabili alle violazioni in materia di memorizzazione e trasmissione telematica dei dati; per quelle formali, è prevista la misura fissa di 100 euro.

L’Agenzia delle entrate, sul notiziario telematico on line (www.fiscoggi.it) del 11 gennaio 2021, dedica una nota sul tema:

Scende al 90% il “costo” della mancata o non tempestiva memorizzazione o trasmissione dei corrispettivi ovvero della memorizzazione o trasmissione con dati incompleti o non veritieri.

Disciplinati anche i casi di violazioni riguardanti i registratori telematici: mancato o irregolare funzionamento, mancata tempestiva richiesta di manutenzione, omessa installazione, manomissione. Le nuove disposizioni si applicano a decorrere dal 1° gennaio 2021.

Slitta invece al 1° luglio la semplifi