Superbonus 110% per prestazioni antisismiche

di Massimo Pipino

Pubblicato il 4 dicembre 2020



Il Superbonus fiscale del 110% per interventi di miglioramento delle prestazioni antisismiche degli edifici, è limitato ai soli immobili residenziali o può riguardare anche immobili produttivi? Il Dott. Massimo Pipino risponde al quesito di un nostro utente...

interventi superbonus 110

 

Risposta

Il cosiddetto “Sismabonus”, disciplinato dall’articolo 16 del Decreto-Legge del 4 giugno 2013 n. 63 – titolato Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla Commissione europea, nonché altre disposizioni in materia di coesione sociale” e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 130 del 5 giugno 2013, successivamente convertito con modificazioni dalla Legge n. 90/2013, rappresenta un'agevolazione che può essere fruita sia per gli immobili residenziali che per gli immobili produttivi, così come è stato chiarito anche dall'Agenzia delle Entrate nell’ambito delle proprie guide fiscali.

Il cosiddetto “Superbonus”, disciplinato dall’articolo 119 del Decreto-Legge n. 34/2020, titolato Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19” e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 128 del 19 maggio 2020 - supplemento ordinario convertito con modificazioni dalla Legge n. 77/2020, prevede per alcuni soggetti e per alcuni interventi, compreso il citato “Sismabonus”, che la detrazione sia innalzata in misura pari al 110% delle spese sostenute.

Né la norma dettata dal Decreto-Legge n. 63/2013 né la norma più specifica dettata dal Decreto-Legge n. 34/2020, escludono i fabbricati produttivi da quelli che possono fruire del “Sismabonus” nella misura maggiorata prevista dal “Superbonus”.

Tuttavia, la Circolare del 8 agosto 2020 n. 24, emanata da parte dell’Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Persone Fisiche, Lavoratori Autonomi ed Enti non Commerciali e titolata Detrazione per interventi di efficientamento energetico e di riduzione del rischio sismico degli edifici, nonché opzione per la cessione o per lo sconto in luogo della detrazione previste dagli articoli 119 e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio) convertito con modificazione dalla legge 17 luglio 2020, n. 77- Primi chiarimenti”, è intervenuta restringendo il perimetro oggettivo di applicazione della norma ai soli fabbricati a destinazione abitativa.

Anche se i documenti di prassi dell’Agenzia non hanno dignità di legge, il parere contrario dell’Amministrazione finanziaria rende assai difficoltoso, se non impossibile, accedere all'agevolazione in parola.

Rimane salva la possibilità di fruire del “sismabonus ordinario” in misura compresa tra il 70 e l’85 per cento, a seconda della natura del fabbricato e delle classi di rischio sismico migliorate.

 

Puoi approfondire il tema del Sismabonus anche nei seguenti articoli:

"Sismabonus con asseverazione tardiva"

"Le modifiche al sismabonus ed ecobonus nella legge di conversione del Decreto Rilancio"

"Sismabonus 110%: maxi detrazione per interventi antisismici eseguiti sulle ville"

 

A cura di Massimo Pipino

Venerdì 4 dicembre 2020

 

Superbonus 110%: dal bonifico parlante alla cessione del credito

in collaborazione con

Video Corso Online in Diretta il 09/12/2020

Ore: 15:30 - 17:30

Relatore: Nicola Forte, Dottore Commercialista e Revisore

Con l'intervento di Ilaria Bruno,
TeamSystem Digital Expert Divisione Cloud & New Business

Accreditamento: 2 crediti formativi ODCEC*

Programma

Durante il videocorso saranno affrontati i seguenti temi:

  • Il Supebonus del 110 per cento;
  • L’origine della detrazione;
  • Le modalità di utilizzo della detrazione;
  • Il bonifico parlante;
  • Lo sconto in fattura e la cessione del credito;
  • L’apposizione del visto di conformità;
  • La documentazione da verificare;
  • La trasmissione all’Enea delle asseverazioni;
  • La comunicazione dell’opzione all’Agenzia delle entrate: esame della modulistica;
  • Le modalità di utilizzo del credito e la “conferma” dell’avvenuto acquisto del credito;
  • La cessione del credito agli istituti bancari;
  • Il credito di imposta sulle locazioni;
  • La misura del credito ed il pagamento del canone con la cessione del credito: adempimenti;
  • La comunicazione all’Agenzia delle entrate;
  • Il credito di imposta per le spese di sanificazione;
  • La comunicazione all’Agenzia delle entrate e le modalità di utilizzo

SCOPRI DI PIU' >