Per il servizio di telemedicina non spetta il bonus sanificazione - Diario Quotidiano del 7 Ottobre 2020

Nel DQ del 7 Ottobre 2020:
1) Compensazione delle spese di lite solo in casi estremi: le gravi ed eccezionali ragioni vanno ben valutate
2) Cessione del credito: l’Agenzia delle entrate si rivale sulla società di recupero crediti
3) Rimborso credito IVA in caso di cessazione di attività: basta compilare il quadro della dichiarazione annuale (RX4)
4) I fitti attivi degli immobili di interesse storico confluiscono tra i ricavi d’impresa
5) Interposizioni fittizie trilaterali: Costi deducibili, Iva detraibile
6) Imponibilità IVA dei servizi di gestione sinistri nell’ambito dei rapporti di riassicurazione dei rischi: ramo assistenza
6) Imponibili Iva i servizi di gestione sinistri nell’ambito dei rapporti di riassicurazione dei rischi, ramo assistenza
7) Esenzione Iva per intermediazione nella cessione di partecipazioni
8) Bonus investimenti: l’integrazione delle fatture carenti ne consente la fruizione
9) Bonus locazione: spetta anche per l’affitto pagato in anticipo
NOTIZIA IN EVIDENZA – 10) Per il servizio di telemedicina non spetta il bonus sanificazione

10) Per il servizio di telemedicina non spetta il bonus sanificazione

telemedicina bonus sanificazioneBonus sanificazione: il macchinario per la telemedicina non rientra tra le spese agevolabili.

Per l’Agenzia delle entrate, risposta n. 441/E del 5 ottobre 2020, la spesa per l’acquisto del macchinario che, attraverso la rete e un applicativo web e mobile, offre servizio di telemedicina, non rientra tra quelle agevolabili ai sensi dell’articolo 125 del Dl 34/2020 (decreto Rilancio).

Secondo l’Agenzia, il macchinario non è assimilabile ai dispositivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale per ostacolare la diffusione del virus qualora l’attività venga svolta in presenza.

Dagli esempi forniti dal legislatore e dalla ratio della norma agevolativa, finalizzata a consentire la riapertura delle attività in sicurezza, l’Agenzia esclude dal credito d’imposta introdotto dal Decreto Rilancio le spese sostenute per l’acquisto di un’apparecchiatura che, attraverso la rete e un applicativo web e mobile, offre servizi di telemedicina.

Il legislatore ha introdotto un credito d’imposta del 60% per le spese sostenute nell’anno in corso da esercenti attività d’impresa, arti e professioni e da enti non commerciali (compresi gli enti del Terzo settore e quelli religiosi civilmente riconosciuti) per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti.

In particolare, la lettera e) del comma 2, nell’ambito della quale l’interpellante ritiene di poter ricondurre l’acquisto del macchinario per il servizio di telemedicina, fa riferimento ai “dispositivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, quali barriere e pannelli protettivi, ivi incluse le eventuali spese di installazione”.

Tuttavia, per l’Agenzia delle entrate, i dispositivi citati dalla norma sono quelli volti ad arginare, contenere, ostacolare la diffusione del virus Sars-Co V-2 qualora lo svolgimento dell’attività sia svolto in presenza. Ciò, in considerazione dell’esemplificazione offerta dal legislatore (“barriere e pannelli protettivi”) e della ratio dell’agevolazione, finalizzata a consentire la riapertura delle attività in sicurezza.

In conclusione, le spese per il macchinario in questione non rientrano in quelle previste dalla disciplina in esame e, dunque, non spetta il bonus sanificazione.

Ricordiamo che ad oggi la percentuale di recupero del bonus sanificazione è ii 15,64% – leggi qui la notizia

A cura di Vincenzo D’Andò

Mercoledì 7 Ottobre 2020

Scarica la versione integrale del Diario Quotidiano di oggi cliccando sul tasto rosso qui sotto>>>

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it