Fattura elettronica: nuovi codici Iva spia anche del reverse charge – Diario Quotidiano del 27 Ottobre 2020

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 27 ottobre 2020



Nel DQ del 27 Ottobre 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Fattura elettronica: nuovi codici Iva spia anche del reverse charge
2) Corrispettivi distributori carburanti: nuova applicazione web per invio dati in esercizio dal 27 ottobre 2020
3) Contratti pubblici dopo la conversione del decreto semplificazioni
4) Coronavirus: Dpcm, cosa non si potrà fare fino al 24 novembre; in arrivo i risarcimenti
5) Pensioni: ecco il calendario per l’anticipo del pagamento mensilità di novembre 2020
6) Immobile ereditato: benefici prima casa solo con la dichiarazione
7) Covid-19: online le domande per l’indennità onnicomprensiva
8) Covid-19: ripresa dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali
9) Coop Sociali: spese rimborsate ai soci volontari

1) Fattura elettronica: nuovi codici Iva spia anche del reverse charge

codici fattura elettronica reverse chargeDai nuovi codici da inserire nella fattura elettronica (già in uso dal 1° ottobre 2020), per obbligo dal 1 gennaio 2021, l’Agenzia delle entrare potrà monitorare meglio i movimenti effettuati dai contribuenti.

Abbiamo spiegato qui i nuovi codici per la fatturazione elettronica, leggi l'approfondimento di Devis Nucibella

Lo afferma, sostanzialmente, il comitato tecnico di AssoSoftware in una nota diffusa il 20 ottobre 2020 in tema di “Fattura elettronica e reverse charge, ecco quando (e come) si utilizzano i nuovi codici da TD16 a TD19”.

In particolare, tra le novità più significative del tracciato, AssoSoftware segnala:

  • l’inserimento, all’interno dell’elemento, dei nuovi codici da TD16 a TD23, (il T20 che era già presente) utili per una gestione automatizzata delle operazioni in reverse charge e per trasmettere alcune tipologie di autofattura;
     
  • l’inserimento, all’interno dell’element , dei nuovi codici da TD24 a TD27, utili per evidenziare e distinguere tra di loro le diverse tipologie di fatture differite, per individuare le cessioni di beni ammortizzabili e i passaggi interni, le fatture per autoconsumo e le cessioni gratuite senza rivalsa;
     
  • inserimento, all