Fino al 15 ottobre sono ancora possibili le assemblee a distanza - Diario Quotidiano del 21 Settembre 2020

Nel DQ del 21 Settembre 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA – 1) Fino 15 ottobre 2020 possibile svolgere le assemblee ordinare e straordinarie distanza
2) Nuova disciplina delle modalità e dei termini per l’accesso al riparto del cinque per mille Irpef: DPCM in G.U.
3) Niente sanzioni per i professionisti associati che abbiano fruito erroneamente del contributo a fondo perduto
4) Split payment: si al recupero del versamento IVA duplicato, ma non con la nota di variazione
5) Dichiarazione integrativa/sostitutiva di successione da presentare dopo il riparto delle somme
6) Covid-19: presentazione della domanda di indennità aggiuntiva per lavoratori autonomi e co.co.co.
7) Trattamento fiscale della sentenza di revocatoria ordinaria fallimentare e di accordo transattivo
8) Conferimento del diritto di usufrutto sulle partecipazioni detenute in una NEWCO: no al regime a “realizzo controllato”
9) Assegno circolare: per il bollo sono obbligati in solido sia la banca sia il cliente
10) Polizza assicurativa collettiva: regime di tassazione

1) Fino 15 ottobre 2020 possibile svolgere le assemblee a distanza ordinare e straordinarie

E’ ancora possibile, e fino al 15 ottobre 2020, lo svolgimento “a porte chiuse” delle assemblee ordinare e straordinarie, potendo le società prevedere, negli avvisi di convocazione, anche in deroga alle disposizioni statutarie, il ricorso a quegli strumenti – quali il voto per corrispondenza, il voto elettronico, la partecipazione in assemblea con mezzi di telecomunicazione, il rappresentante designato – che consentono l’intervento in assemblea e l’espressione del diritto di voto evitando la presenza fisica dei soci in un unico luogo.

Il disegno di legge di conversione del decreto Agosto è attualmente all’esame della competente Commissione del Senato.

 

Decreto Agosto: prorogate le disposizioni sulle modalità di svolgimento delle assemblee a distanza al 15 ottobre 2020

Il Decreto legge 14 agosto 2020, n. 104 (cd. Decreto Agosto) ha stabilito che le disposizioni in tema di assemblee a distanza previste dal decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. Decreto Cura Italia, art. 106), convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27 sono prorogate al 15 ottobre 2020, stante il prolungamento del periodo di emergenza sanitaria (art. 71).

In particolare è stabilito che alle assemblee delle società per azioni, delle società in accomandita per azioni, delle società a responsabilità limitata, delle società cooperative e delle mutue assicuratrici convocate entro il 15 ottobre 2020 continuano ad applicarsi le disposizioni dei commi da 2 a 6 dell’articolo 106 che ha disciplinato le modalità di convocazione e svolgimento delle assemblee nella fase emergenziale dovuta al Covid-19.

(Assonime, nota del 17 settembre 2020).

La gestione delle assemblee di approvazione bilancio a distanza

Videocorso registrato in diretta il 15/06/2020 – Durata: 1 ora circa

Accreditamento: 1 credito formativo ODCEC*

Relatore: Filippo Mangiapane

Se hai partecipato alla diretta, questa registrazione è già visibile nella Tua area riservata della piattaforma e-learning.

Come funzionano le assemblee dei soci a distanza?

L’emergenza sanitaria da CoronaVirus ci ha letteralmente obbligato ad approvare i bilanci societari a distanza: si tratta di una novità quasi assoluta per tante società italiane.

In questo corso analizziamo quali sono le modalità di approvazione del bilancio in modalità a distanza, focalizzandoci sulle norme specifiche emanate per il mese di giugno 2020.

SCOPRI DI PIU’ >>>

 

Assemblee condominiali semplificate

“Le deliberazioni che hanno ad oggetto il Superbonus 110% sono valide se approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei soggetti e almeno un terzo del valore dell’edificio.

Il Superbonus fiscale 110%, valevole oltre che per i condomìni anche per diversi altri soggetti, è stato introdotto dall’articolo 119 del decreto “Rilancio”.

Com’è noto l’agevolazione consiste nella possibilità di usufruire di una detrazione d’imposta pari al 110% cento delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2020, da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo.

Gli interventi riguardano l’efficienza energetica, la riduzione del rischio sismico, nonché l’installazione di impianti fotovoltaici e di accumulo integrato e l’installazione negli edifici di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

La guida dedicata “Superbonus 110%” dell’Agenzia delle Entrate consente di approfondire tutti gli elementi riguardanti la maxi-detrazione.

Con riferimento ai condomini e limitatamente alle opere rientranti nel Superbonus fiscale, l’articolo 63 del decreto legge n. 104/2020 ha introdotto una semplificazione nei procedimenti delle assemblee condominiali, apportando alcune modifiche all’articolo 1136 del codice civile, disciplinante la costituzione delle assemblee condominiali e la validità delle deliberazioni.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it