Decreto Agosto: proroga della sottoscrizione semplificata contratti bancari ed assicurativi - Diario Quotidiano del 7 Settembre 2020

Nel DQ del 7 Settembre 2020:
1) Intervento straordinario di integrazione salariale di supporto al contratto di espansione
2) Covid-19: come fruire del congedo e di permessi indennizzati
NOTIZIA IN EVIDENZA 3) Decreto Agosto: proroga della sottoscrizione semplificata dei contratti bancari ed assicurativi
4) Scambio di partecipazioni mediante conferimento: no al regime a realizzo controllato
5) Acquisto della prima casa con le agevolazioni fiscali, più tempo per vendere la precedente
6) Agevolazione fiscale relativa ai “piani urbanistici particolareggiati”: rinuncia al beneficio da parte di tutti i comproprietari
7) Trattamento fiscale delle plusvalenze derivanti dalla cessione di fabbricati da demolire
8) Natura commerciale dell’attività svolta dal Comune ai fini dell’applicazione, quale “committente”
9) L’ecobonus al 110% diventerà strutturale?
10) Cartella di pagamento senza preventiva comunicazione di irregolarità è legittimità

3) Decreto Agosto: proroga della sottoscrizione semplificata contratti bancari ed assicurativi

sottoscrizione semplificata contratti bancariL’art. 72 del Dl n. 104/2020 (Decreto di Agosto) prevede la proroga fino al 15 ottobre 2020 delle modalità semplificate per la sottoscrizione dei contratti previste dall’art. 4 del Dl n. 23/2020 (Decreto Liquidità) per i contratti bancari e dagli artt. 33 e 34 del Dl n. 34/2020 (Decreto Rilancio) per i contratti assicurativi e finanziari e per la sottoscrizione dei buoni fruttiferi postali.

Le disposizioni sono volte a consentire, in ragione dell’emergenza sanitaria, la sottoscrizione dei contratti senza la presenza fisica dei sottoscrittori.

Assonime, nella nota del 4 settembre 2020, ricorda le disposizioni che hanno introdotto la sottoscrizione semplificata di questi specifici contratti.

 

Sottoscrizione semplificata contratti bancari e assicurativi: punti chiave

I contratti bancari con la clientela al dettaglio (decreto legge n. 23/2020) e i contratti assicurativi e finanziari (decreto legge 34/2020), conclusi tra la data di entrata in vigore dei corrispondenti decreti legge e il termine dello stato di emergenza (prorogato dal 31 luglio 2020 al 15 ottobre 2020), soddisfano il requisito della forma scritta e hanno l’efficacia della scrittura privata ex articolo 2702 codice civile, ai sensi dell’articolo 20, comma 1 bis del CAD, anche se il cliente esprime il proprio consenso mediante comunicazione inviata dal proprio indirizzo di posta elettronica non certificata o con altro strumento idoneo, a condizione che l’espressione del consenso sia accompagnata da copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del contraente, faccia riferimento ad un contratto identificabile in modo certo e sia conservata insieme al contratto stesso con modalità tali da garantirne la sicurezza, l’integrità e l’immodificabilità.

Il requisito della consegna della copia del contratto e per i contratti assicurativi e finanziari anche della documentazione informativa obbligatoria è soddisfatto attraverso la messa a disposizione del cliente di una copia del testo del contratto e della documentazione informativa obbligatoria su supporto durevole (la copia cartacea del contratto e della documentazione informativa saranno consegnate alla prima occasione utile successiva al termine dello stato di emergenza).

Fino al termine dello stato di emergenza il cliente può usare lo stesso strumento usato per esprimere il consenso al contratto per esercitare i diritti previsti dalla legge o dal contratto stesso.

I contratti relativi al servizio di collocamento dei buoni fruttiferi a decorrere dall’entrata in vigore del decreto legge n. 34/2020, e ora fino al 15 ottobre 2020, possono essere stipulati anche mediante telefonia vocale previo accertamento, con le stesse modalità, dell’identità del sottoscrittore, e a condizione che il consenso del sottoscrittore reso telefonicamente sia attestato mediante registrazione vocale, con modalità tali da garantirne la sicurezza, l’integrità e l’immodificabilità, custodita dal proponente.

Prima che il sottoscrittore sia vincolato dal contratto di collocamento concluso telefonicamente gli dovranno essere fornite le informazioni previste dalla normativa vigente in materia di commercializzazione a distanza di servizi finanziari ai consumatori (di cui al decreto legislativo n. 206/2005), comprese le informazioni relative all’esercizio del diritto di recesso.

Successivamente alla conclusione del contratto viene in ogni caso trasmessa senza ritardo al sottoscrittore copia cartacea del contratto relativo al servizio di collocamento, comprensivo delle condizioni generali di contratto. Il cliente può usare lo stesso strumento usato per esprimere il consenso al contratto anche per esercitare il diritto di recesso e fino al termine del periodo di emergenza anche per esercitare gli altri diritti previsti dalla legge o dal contratto.

Potete consultare alla presente pagina tutte le novità e…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it