Bonus spese di pubblicità 2020: prenotazione da effettuare entro il 30 settembre 2020 - Diario Quotidiano del 14 Settembre 2020

Nel DQ del 14 Settembre:
1) Parco immobiliare completamente decarbonizzato entro il 2050: portale nazionale sull’APE
2) Welfare aziendale e IVA e Brevi di Fisco
NOTIZIE IN EVIDENZA – 3) Bonus per spese di pubblicità 2020: prenotazione da effettuare entro il 30 settembre 2020
4) Domanda di emersione di rapporti di lavoro irregolare: arrivate le prime istruzioni
5) Emersione rapporti di lavoro irregolare: i possibili risvolti penali
6) Gli ultimi interpelli del Fisco
7) Imposta sulle successioni: in presenza delle previste condizioni il debito del defunto è deducibile
8) Fisco sugli emolumenti erogati dal datore italiano alla propria dipendente, residente in Svizzera
9) Plusvalenza da cessione di partecipazioni in valuta estera
10) Agevolazioni per l’acquisto della prima casa e altri chiarimenti del Fisco

3) Bonus spese di pubblicità 2020: prenotazione da effettuare entro il 30 settembre 2020

bonus spese di pubblicità 2020

La comunicazione telematica di accesso al credito d’imposta, contenente i dati relativi agli investimenti effettuati (da effettuare a titolo “prenotativo”), va presentata dall’1.9 al 30.9.2020 (anziché dall’1.3 al 31.3.2020).

Approfondisci anche consultando questo articolo>> Bonus pubblicità: accesso al credito

L’art. 57-bis del D.L. 24.4.2017 n. 50 (conv. L. 21.6.2017 n. 96), come modificato dall’art. 4 del DL 16.10.2017 n. 148 (conv. L. 4.12.2017 n. 172), ha previsto il riconoscimento di un credito d’imposta per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie su stampa, radio e televisioni.

Per ultimo, il Decreto Rilancio (DL n. 34/2020, conv. L. 17.7.2020, n. 77) ha previsto le seguenti novità per il periodo d’imposta 2020 a fronte dell’emergenza sanitaria del Covid-19:

  • previsione del credito d’imposta nella percentuale del 50% sul complesso degli investimenti effettuati;
  • ampliamento soggettivo;
  • nuovi termini per la presentazione della domanda dal 1.9.2020 al 30.9.2020.

 

Bonus spese pubblicità: novità per il 2020

Il credito Decreto Rilancio (D.L. n. 34/2020) ha aumentato l’agevolazione al 50% degli investimenti effettuati ed esteso il beneficio anche agli investimenti effettuati su emittenti televisive/radiofoniche nazionali.

Per gli investimenti effettuati nel 2020, è venuto meno il presupposto dell’incremento minimo dell’1% dell’investimento pubblicitario rispetto all’investimento dell’anno precedente, quale requisito per l’accesso all’agevolazione.

 

Soggetti interessati

Per quanto riguarda l’ambito soggettivo, il credito d’imposta è destinato ad imprese o lavoratori autonomi, indipendentemente dalla natura giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali e dal regime contabile adottato, nonché agli enti non commerciali, che abbiamo effettuato investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche on-line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali.

 

Procedura di accesso al credito

Per accedere al beneficio per il 2020, i soggetti interessati devono:

  • presentare dal 1° settembre al 30 settembre 2020 con modalità telematica la “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, contenente i dati relativi agli investimenti effettuati/da effettuare nell’anno;
     
  • presentare dal 1° gennaio al 31 gennaio 2021 con modalità telematica la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, dove indicare il totale delle fatture effettivamente contabilizzate, relative alle spese effettuate dal 1/1 al 31/12/2020, di fatto confermando o rettificando quanto comunicato in precedenza nella Comunicazione “prenotativa” precedentemente presentata.

 

Utilizzo del credito in compensazione

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, tramite il modello F24, secondo l’art. 17 del D.Lgs. 241/1997, ed è alternativo e non cumulabile, in relazione alle medesime voci di spesa, con ogni altra agevolazione prevista da normativa nazionale, regionale o comunitaria.

Il modello F24 andrà presentato esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline) a decorrere dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione del provvedimento di ammissione sui relativi siti Internet, nella misura ivi indicata, al codice tributo 6900.

Il credito d’imposta andrà successivamente indicato nel quadro RU della dichiarazione dei redditi relativa ai periodi di imposta di maturazione del credito a seguito degli investimenti effettuati e nelle dichiarazioni dei redditi relative ai periodi d’imposta successivi fino a quello nel corso del quale se ne conclude l’utilizzo.

A cura di Vincenzo D’Andò

Lunedì 14 Settembre 2020

Scarica la versione integrale del Diario Quotidiano di oggi cliccando sul…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it