Ammortamento immobili: scritture contabili da produrre al Fisco anche oltre i dieci anni – Diario Quotidiano del 30 Settembre 2020

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 30 settembre 2020

Nel DQ del 30 Settembre 2020:
1) E-fattura: nuovi codici obbligatori dal 1° gennaio 2021
NOTIZIA IN EVIDENZA - 2) Ammortamento immobili: scritture contabili da produrre al Fisco anche oltre i dieci anni
3) Rinuncia del socio al finanziamento: non costituisce una sopravvenienza attiva tassabile
4) Aumento capitale sociali SpA/Srl: maggioranze semplici fino al 30 giugno 2021
5) Remissione in bonis per gli elenchi del cinque per mille 2020
6) Superbonus - interventi realizzati sulle parti comuni di un edificio in condominio e sulle singole unità immobiliari – Limiti di spesa
7) Pagamento tassa per veicoli in locazione a lungo termine: definite le modalità operative
8) Commercialisti: rivisto l’obbligo formativo per l’anno 2020
9) Patent box: penalty protection per tutti
10) Bonus Facciate e altre notizie fiscali e previdenziali del giorno

2) Ammortamento immobili: scritture contabili da produrre al Fisco anche oltre i dieci anni

ammortamento immobili 10 anniPer la deducibilità delle quote di ammortamento delle spese sostenute in relazione a immobili, le scritture contabili vanno prodotte al Fisco anche oltre i 10 anni previsti dal codice civile.

Difatti, come è noto, l’ammortamento fiscale (coefficiente d’ammortamento) dell’importo relativo all’acquisto di un immobile può avere una durata trentennale.

 

Il pensiero della Cassazione

In tal senso, la Corte di cassazione, con l’ordinanza n. 16752 del 6 agosto 2020, che ricorda come l'art. 22 del