Proroga di un mese per il credito d'imposta sugli affitti commerciali - Diario Quotidiano del 27/8/2020

Nel DQ di oggi:
1) On line gli elenchi ASD e ADV per i ritardatari del 5 per mille; tutti gli interpelli del fisco
2) Divieto di licenziamento: difficoltà applicative e interpretative per aziende e Consulenti del Lavoro
3) Covid-19: CIG in deroga per aziende con unità produttive site in cinque o più Regioni
4) Antiriciclaggio: dal 2021 segnalate le operazioni bancarie superiori a 5 mila euro
5) Decreto Agosto: proroga di un mese per il bonus fiscale sugli affitti “commerciali”
6) Autotrasportatori: l’AdE spiega come compilare la dichiarazione dei redditi 2019
7) Incentivi fiscali per il rientro in Italia: ne ha diritto il ricercatore con figli minorenni
8) Straniero che si aggiudica l’appalto in Italia: come pagare l’imposta di bollo sul contratto
9) Accertamento: l’imposizione indiretta non tollera la doppia tassazione
10) Cessione di azienda a favore di ente del Terzo Settore
11) Case vacanze in affitto: si applica il regime delle locazioni brevi

5) Decreto Agosto: proroga di un mese per il bonus fiscale sugli affitti commerciali

Decreto Agosto: proroga di un mese del credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili ad uso non abitativo esteso ora anche al mese di giugno (e al mese di luglio per gli stagionali).

L’art. 28 del D.L. 34/2020, convertito con modifiche nella Legge 17/7/2020 n. 77, aveva già previsto il credito d’imposta del 60% sui canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo, al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza epidemiologica.

Successivamente la lettera b) del comma 1 dell’art. 77 del cosiddetto decreto agosto – D.L. 104/2020 – quasi di nascosto (in quanto con due righe inserite in un articolo intitolato a tutt’altre faccende) – ha prorogato di un mese la spettanza dell’agevolazione, che pertanto:
– è ora commisurata all’importo versato nel periodo d’imposta 2020 con riferimento a ciascuno dei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno;
– per le strutture turistico ricettive con attività solo stagionale spetta con riferimento a ciascuno dei mesi di aprile, maggio, giugno e luglio.

Possono beneficiare del credito d’imposta, indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrato nel periodo d’imposta precedente, oltre che le strutture alberghiere, le agenzie di viaggio e turismo e tour operator, anche le strutture termali.

Il credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo.
Ai soggetti locatari esercenti attività economica, il credito d’imposta spetta a condizione che abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento di almeno il 50% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Alle imprese esercenti attività di commercio al dettaglio, con ricavi o compensi superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente, il credito d’imposta spetta nella misura ridotta al 20%.

Alle strutture alberghiere e agrituristiche il credito spetta indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrato nel periodo d’imposta precedente.

Affitto d’azienda con immobile

Qualora sia in essere tra le parti un contratto di affitto d’azienda o per servizi a prestazioni complesse, comprensivi di almeno un immobile a uso non abitativo destinato allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo, spetta nella misura del 30% dei relativi canoni (10% in caso di imprese esercenti attività di commercio al dettaglio, con ricavi o compensi superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente).

Nuove attività e eventi calamitosi

Il credito d’imposta spetta anche in assenza della riduzione del fatturato rispetto all’esercizio precedente ai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019 nonchè ai soggetti che, a far data dall’insorgenza dell’evento calamitoso, hanno il domicilio fiscale o la sede operativa nel territorio di comuni colpiti da eventi i cui stati di emergenza erano ancora in atto alla data di dichiarazione dello stato di emergenza da COVID-19.

In caso di locazione, il conduttore può cedere il credito d’imposta al locatore, previa sua accettazione, in luogo del pagamento della corrispondente parte del canone.

Quando recuperarlo?

Il bonus affitti è utilizzabile
– nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa oppure
– in compensazione, con modello F24, successivamente all’avvenuto pagamento dei canoni.

Credito non tassato

Il credito d’imposta non concorre alla formazione del…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it