La mancata comunicazione ENEA è sanabile? - Risposta al volo

Cosa si deve fare per non perdere lo sconto in fattura in caso di mancata comunicazione all’ENEA relativa a lavori di sostituzione serramenti?

Sono tanti i dubbi in tema di ristrutturazioni edilizie e detrazioni fiscali.

Il caso: mancato comunicazione ENEA

Poniamo l’ipotesi che tra novembre 2019 e gennaio 2020 un contribuente persona fisica abbia acquistato e installato nuovi serramenti, con relativa CIL, utilizzando il famoso sconto in fattura ed abbia ceduto il relativo credito. Successivamente si rende conto di non aver effettuato la dovuta comunicazione all’ENEA entro i 90 giorni successivi.
La data di collaudo a cui fare riferimento è gennaio 2020 con dichiarazione dei redditi presentata a giugno.
Come ci si deve comportare?

La risposta al volo

In linea di principio la mancata presentazione della comunicazione all’ENEA non è motivo di decadenza dall’agevolazione fiscale ai fini IRPEF..

La soluzione al problema potrebbe essere l’accesso alla cosiddetta remissione in bonis: tale istituto permette di sanare l’inosservanza se non sono già intervenute verifiche da parte dell’Amministrazione finanziaria e, comunque, va effettuata entro la prima dichiarazione dei redditi utile, versando la somma di euro 250.

26 Agosto 2020

A cura di Massimo Pipino

Se sei interessato al bonus 110%:  Superbonus 110%: quel che è necessario sapere sull’agevolazione

Per accedere all’archivio delle nostre Risposte al Volo clicca qui

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it