Accertamento del Fisco oltre i dieci anni se non ancora definito -Diario Quotidiano del 5 Agosto 2020

Nel DQ del 5 Agosto 2020:
1) Termine di detrazione dell’IVA sulle fatture di acquisto
NOTIZIA IN EVIDENZA – 2) Accertamento del fisco oltre i dieci anni se non ancora definito
3) Senza l’onere probatorio si applica ai soci la presunzione di distribuzione degli utili accertati
4) Redditi di impresa: le spese di sponsorizzazione di società, ASD e fondazioni costituite da istituzioni scolastiche sono deducibili come spese di pubblicità
5) Diritto societario: Guida pratica per le imprese alla legislazione di emergenza Covid-19
6) Covid-19: esenzione da dazi doganali e IVA per importazioni di merci prorogata al 31 ottobre 2020
7) La sentenza Apple: un primo commento “a caldo”
8) Covid-19: Fondazione nazionale commercialisti: aggiornato documento sulle misure fiscali
9) Imputazione dei componenti positivi di reddito relativi a sentenze e lodo arbitrale e Prassi fisco del giorno
10) Covid-19: indennità di maternità e paternità alle lavoratrici e ai lavoratori autonomi beneficiari della sospensione dei contributi

2) Accertamento del fisco oltre i dieci anni se non ancora definito

accertamento oltre i dieci anni

L’obbligo della conservazione delle scritture contabili ai soli fini tributari (art. 22 del D.P.R. n. 600/73), anche oltre il termine decennale previsto dall’art. 2220 c.c., si può applicare soltanto se l’accertamento iniziato prima del decimo anno non sia stato ancora definito.

Lo ha stabilito la Commissione Tributaria Regionale per la Toscana, sezione 2, con la sentenza n. 190 del 17 febbraio 2020.

Il caso di accertamento oltre i dieci anni

La materia del contendere deriva dal mancato riconoscimento delle quote di ammortamento antecedenti il 2001, giacché per i relativi cespiti, una Srl, pur avendo regolarmente tenuto il libro dei cespiti, non era stato in grado di produrre le fatture di acquisto, essendo decorso il termine decennale entro il quale decorreva l’obbligo della conservazione.

La CTP sulla base dell’osservazione del termine decennale, ha accolto il ricorso della società.

La sentenza è stata impugnata dall’Agenzia delle entrate che ha eccepito la violazione dell’art. 109 del DPR 917/86, sull’onere della prova concernente i costi deducibili.

 

La decisione

La Commissione Tributaria Regionale ha accolto il ricorso della Srl, osservando che, intanto, la tesi dell’Ufficio non è condivisibile.

La contribuente ha tenuto un’ordinata contabilità, dunque, il libro dei cespiti ammortizzabili è stato regolarmente tenuto, quindi, sullo stesso si trovano annotate le fatture di acquisto dei cespiti ammortizzabili, nonché le relative quote di ammortamento e il residuo da ammortizzate di ogni cespite.

Tutto ciò é sufficiente a dare la dimostrazione del costo del cespite e della relativa quota di ammortamento.

Non si è consumata alcuna violazione dell’art. 109 del DPR 917/86, l’Ufficio ha sostenuto che la società non ha dimostrato l’esistenza dei costi, fondando la propria pretesa su una assurda interpretazione delle norme.

La conservazione dei documenti oltre i 10 anni è prevista solo in determinate situazioni, sul tema si è pronunciata la Suprema Corte con sentenza n. 9834 del 13 maggio 2016:

solo se l’accertamento che sia iniziato prima del decimo anno non sia stato ancora definito, diversamente derivandone, se non un‘interpretazione sostanzialmente abrogatrice della norma, un’applicazione di essa influenzata da un forte indice di discrezionalità, nel senso che, potendo l’amministrazione procedere all’accertamento nei termini del D.P.R. n. 600 del 1973, art. 43, l’obbligo di conservazione, scaduto il periodo decennale, si protrarrebbe sino alla scadenza dei termini anzidetti per una durata che dipende esclusivamente dalla volontà dell’ufficio, rispetto alla quale il contribuente non avrebbe altra difesa che conservare le scritture sine die”

Leggi anche: Come cambiano i termini di prescrizione dal 2016 di Roberto Pasquini

A cura di Vincenzo D’Andò

Mercoledì 5 Agosto 2020

Per proseguire nella lettura delle altre notizie del Diario Quotidiano, scarica il PDF sul tuo pc!

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it