Via libera al pagamento delle spese deducibili con il cellulare o epayment – Diario Quotidiano del 30 Luglio 2020

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 30 luglio 2020

Nel DQ del 30 Luglio 2020:
1) Agricoltura: la produzione e vendita di marmellata non fruisce del regime speciale Iva
2) Iva: ufficiale la proroga dello split payment al 2023
3) Covid-19 – FIS: non sussistenza dell’obbligo dell’accordo sindacale
4) Covid-19: prorogato stato d’emergenza al 15 ottobre 2020
5) Conservazione dei documenti informatici e gestione dell’identità digitale: novità nel Dl semplificazioni
6) Nozione di mercato regolamentato ai fini delle imposte sui redditi: on line la bozza circolare Ade
7) Statuto del contribuente, carta straccia da 20 anni, nota della Fondazione Commercialisti
8) Crediti di imposta per il cinema: pubblicati quattro decreti del Mibact
NOTIZIA IN EVIDENZA - 9) Via libera al pagamento delle spese deducibili con il cellulare, ecco cosa il contribuente deve esibire e conservare
10) Superbonus del 110%: Mise in audizione parlamentare anticipa i DM attuativi

epayment9) Via libera al pagamento delle spese deducibili con il cellulare, ecco cosa il contribuente deve esibire e conservare

Via libera del Fisco all’Epayment, si tratta del sistema di pagamento elettronico, tramite cellulare, che consente la detrazione IRPEF del 19% sulla spesa sostenuta dal contribuente.

Nel caso di richiesta da parte del Fisco, o dei Caf o dei professionisti abilitati per l’apposizione del visto di conformità, il contribuente deve esibire il documento fiscale che attesti l’onere sostenuto (fattura, e cosi via), l’estratto del conto corrente della banca a cui l’Istituto di moneta elettronica è collegato, se completo di tutte le informazioni circa il beneficiario del pagamento e, in caso di informazioni mancanti, anche la copia delle ricevute dei pagamenti presenti nell’applicazione.

Detraibile l’onere tracciabile con versamento via smartphone

Il contribuente deve conservare ed esibire il d