Legge di conversione del DL Liquidità: novità per i lavori pubblici

di Massimo Pipino

Pubblicato il 11 luglio 2020



La Legge 5 giugno 2020 n. 40, di conversione del D.L. 23/2020, Decreto liquidità, intervenendo sulla sospensione e la proroga dei termini di molti procedimenti amministrativi e processuali, ha toccato anche la sfera dei lavori pubblici. Vediamo in che modo...

dl liquidità lavori pubbliciSulla Gazzetta Ufficiale, Serie generale, n. 143 del 6 giugno 2020, è stata pubblicata la Legge 5 giugno 2020, n. 40, di conversione del DL liquidità, avente ad oggetto la “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, recante misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”. Per quanto interessa la materia di lavori pubblici, si segnalano le seguenti disposizioni.

 

Conversione DL Liquidità: proroghe e sospensioni dei termini

L’articolo 37 (“Il termine del 15 aprile 2020 previsto dai commi 1 e 5 dell'articolo 103 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, è prorogato al 15 maggio 2020”) ha previsto la proroga dal 15 aprile al 15 maggio 2020 del termine di cui ai commi 1 e 5 dell’articolo 103 del Decreto Legge n. 18 del 2020 (cd. Decreto Cura Italia), relativi alla sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza:

(“1. Ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d'ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data