Rinviato al 2021 l’obbligo di Registratore di Cassa Telematico – Diario Quotidiano del 25 Giugno 2020

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 25 giugno 2020



Nel DQ del 25 Giugno 2020:
1) Covid-19: Le misure sul lavoro illustrate in un documento della FNC
2) Piano di riparto nel fallimento: termine di emissione della nota di variazione Iva
3) Piccola proprietà contadina: la rinuncia al bonus fiscale comporta sul trasferimento di terreni agricoli l’Iva al 9%
4) Detrazione per le spese sostenute per le prestazioni del masso fisioterapista
5) Macchinari innovativi: nuovo bando MISE
6) Rilancio dell’economia: il Note e Studi di Assonime
NOTIZIA IN EVIDENZA - 7) Ancora possibile non munirsi del Registratore di Cassa Telematico (RCT)
8) Corte dei Conti: taglio tasse non rinviabile, agire su lavoro e pensioni
9) Corte dei conti: solo il 2% ha trovato lavoro col reddito di cittadinanza
10) Covid-19 – le FAQ sulla CIG

7) Rinviato al 2021 l'obbligo di Registratore di Cassa Telematico (RCT)

obbligo registratore di cassa telematicoRinviato al prossimo 1° gennaio 2021 il termine entro il quale i commercianti al dettaglio, con volume d’affari non superiore a 400mila euro, dovranno munirsi dei misuratori fiscali di nuova generazione.

Lo ricorda l’Agenzia delle entrate su Fiscoggi.it del 24 giugno 2020 che fornisce la nota che riportiamo.

(Leggi anche: La proroga dell’invio dei corrispettivi telematici in seguito all'emergenza COVID-19)

Registratore di Cassa Telematico: le prescrizioni del Decreto Rilancio

Il 1° luglio 2020, grazie al decreto Rilancio, non rappresenta più, per molti esercenti, l’ultimo giorno utile per dotarsi di un registratore di cassa telematico (o adeguare il vecchio misuratore fiscale) in grado di memorizzare e trasmettere direttamente al Fisco i dati dei corrispettivi giornalieri, o inizi