La compilazione della fattura elettronica per i beni esenti da IVA per emergenza CoronaVirus - Diario Quotidiano del 4 Giugno 2020

Nel DQ del 4 Giugno 2020:
1) Decreto Rilancio: firmata la convenzione per le anticipazioni di liquidità
NOTIZIA IN EVIDENZA – 2) Ecco come compilare la fattura elettronica sui beni esenti da Iva solo fino al 31 dicembre 2020
3) Marketplace: nessun adempimento comunicativo per la persona fisica che vende occasionalmente beni
4) Corsi di volo per piloti professionali in esenzione IVA
5) Dogane in evidenza
6) Youtube, il 4 giugno 2020 gli Stati Generali delle Professioni italiane: anche il Consiglio nazionale dei Commercialisti partecipa
7) Indennità COVID-19: riesame domande e nuove categorie di beneficiari
8) Covid-19: licenziamenti collettivi e individuali per GMO – tutela NASpI
9) Bonus fisco per la sanificazione degli ambienti di lavoro: il punto
10) In scadenza il versamento della prima rata della nuova IMU 2020
11) Indennità “una tantum”: per le domande respinte possibile presentare istanza di riesame
12) Covid-19: Notai, al via la fase 2, ecco come stipulare l’atto di compravendita immobiliare

2) Ecco come compilare la fattura elettronica per i beni esenti da Iva solo fino al 31 dicembre 2020 per mergenza CoronaVirus

compilazione fattura elettronicaAssosoftware “scende di nuovo in campo”, sostituendosi di fatto a dottrina e alla stessa Amministrazione finanziaria, risolvendo un dilemma che attanagliava da giorni gli operatori del settore interessati. Con una ulteriore Faq, Assosoftware, il 1 giugno 2020, ha chiarito come effettuare la compilazione della fattura elettronica in relazione ai beni esenti da Iva solo fino al 31 dicembre 2020 per emergenza CoronaVirus.

Viene consigliato l’utilizzo del codice natura N4, poiché si tratta operazioni esenti da Iva fino al 31 dicembre 2020, per le E-fatture emesse in relazione alle cessioni di mascherine e di altri dispositivi medici e di protezione individuale.

Viene, così, sciolto il dubbio che attanagliava le imprese che vendono tali prodotti, attraverso le indicazioni di Assosoftware, rese note lo scorso 1° giugno, in relazione alle modalità di compilazione del tracciato Xml relativamente alle cessioni dei beni di cui all’articolo 124, comma 1 del decreto Rilancio (Dl 34/2020).

Tali cessioni, a differenza della generalità delle operazioni esenti (art. 10 del DPR 633/72), consentono l’esercizio del diritto alla detrazione dell’imposta assolta “a monte”. Dunque, alle cessioni di cui all’art. 124 comma 2 del D.l. 34/2020 è applicabile, fino al 31 dicembre 2020, la c.d. aliquota “zero”.

Tuttavia, l’indicazione della suddetta aliquota “zero” non viene prevista nel file XML, per cui il Sistema di Interscambio non accetterebbe la fattura, per la mancata compilazione del campo “Natura”, e allora per superare tale “impasse”, Assosoftware suggerisce l’utilizzo del codice tipico delle operazioni esenti (“N4”), indicando di indicare nel campo relativo al “Riferimento normativo” la dicitura “Fattura emessa ai sensi dell’art. 124 comma 2 del D.L. 34/2020”.

Anche perché le istruzioni non cambieranno con il debutto delle nuove specifiche tecniche per la E-fattura.

Comunque, niente problemi, la soluzione fai da te giacché non avrà nessun effetto sul pro rata. Sarà però necessaria una gestione contabile attenta al riferimento normativo, oltre che al codice N4.

A cura di Vincenzo D’Andò

Giovedì 4 giugno 2020

Per proseguire nella lettura delle altre notizie del Diario Quotidiano, scarica il PDF sul tuo pc!

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it