Nuovi termini relativi alla dichiarazione dei redditi precompilata 2020 - Diario Quotidiano del 4 Maggio 2020

Nel DQ del 4 Maggio 2020:
1) Operatori di sistemi pagamento elettronici tracciabili: tutto pronto per le comunicazioni on line, via libera al bonus del 30% dal 1° luglio 2020
2) Sicurezza delle navi passeggeri e registrazione delle persone a bordo
3) Cura Italia: novità anche sulla proroga versamenti (il D.L. 18/2020, convertito in Legge 27/2020 è “andato” sulla Gazzetta Ufficiale n. 110/2020)
NOTIZIA IN EVIDENZA – 4) Nuovo calendario dell’assistenza fiscale: termini relativi alla dichiarazione dei redditi precompilata 2020
5) Mutui prima casa: già disponibile il nuovo modulo per la richiesta della sospensione delle rate
6) Covid-19: sotto osservazione le responsabilità degli amministratori, necessaria l’adeguata professionalità
7) Rapporto tra CIG, FIS e CIG in deroga: chiarimenti sui diversi trattamenti di integrazione salariale
8) UE: via libera al pacchetto di misure da 500 miliardi che sarà operativo dal 1° giugno 2020
9) Commercialisti: l’analisi delle novità dei decreti sull’emergenza Coronavirus

4) Nuovo calendario dell’assistenza fiscale: termini relativi alla dichiarazione dei redditi precompilata 2020

dichiarazione dei redditi precompilata 2020Disposizioni riguardanti i termini relativi alla dichiarazione dei redditi precompilata 2020: l’articolo 61-bis è stato aggiunto in sede di conversione della legge di conversione del Decreto “Cura Italia”.

In particolare, il comma 1 conferma l’anticipazione al 1° gennaio 2020 (dal 1° gennaio 2021) dell’efficacia delle disposizioni riguardanti l’ampliamento delle categorie di contribuenti che possono utilizzare il modello 730 e il riordino dei termini dell’assistenza fiscale (art. 16-bis, D.L. 26 ottobre 2019, n. 124, convertito dall’art. 1, comma 1, L. 19 dicembre 2019, n. 157).

A ciò trovano eccezione le norme che impongono all’Agenzia delle entrate di rendere disponibili agli interessati, esclusivamente nell’area autenticata del proprio sito Internet, i dati delle certificazioni pervenute, la cui efficacia resta confermata a decorrere dall’anno 2021.

Nuovo calendario dell’assistenza fiscale

Tra le numerose modifiche introdotte dall’art. 16-bis del D.L. n. 124/2019 al calendario a dell’assistenza fiscale, occorre segnalare:

  1. l’avvenuta unificazione al 16 marzo (di ogni anno) dei termini di trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate delle Certificazioni Uniche (viene, così, posticipato a regime, il precedente termine del 7 marzo) e di consegna ai sostituiti delle medesime certificazioni (viene anticipato, a regime, il previgente termine del 31 marzo), nonché di scelta da parte del sostituto dell’intermediario abilitato alla trasmissione delle dichiarazioni in via telematica (comma 3, art. 3, D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322) per il tramite del quale l’Agenzia delle entrate rende disponibili ai sostituti d’imposta le comunicazioni del risultato finale delle dichiarazioni; 
  2. il differimento al 16 marzo di ciascun anno (rispetto al previgente 28 febbraio) del termine entro cui deve essere effettuata la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate da parte dei soggetti terzi dei dati relativi a oneri e spese sostenuti dai contribuenti nell’anno precedente e alle spese sanitarie rimborsate (art. 78, commi 25 e 25-bis, L. 30 dicembre 1991, n. 413), nonché dei dati relativi alle spese che danno diritto a deduzioni dal reddito o detrazioni dall’imposta (decreti del Mef ai sensi art. 3, comma 4, D.lgs. 21 novembre 2014, n. 175); 
  3. il differimento al 30 aprile di ciascun anno (rispetto al previgente 15 aprile) del termine entro cui l’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei contribuenti la dichiarazione precompilata.
    Si ricorda che, per l’anno 2020, il comma 2 dell’art. 61-bis della Legge n. 27/2020 ha differito al 5 maggio 2020 il termine entro il quale l’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei contribuenti la dichiarazione dei redditi precompilata; 
  4. il differimento al 30 settembre di ogni anno (rispetto al precedente 23 luglio) del termine entro cui il contribuente può avvalersi della facoltà di inviare all’Agenzia delle entrate direttamente in via telematica la dichiarazione precompilata, senza che questo determini la tardività della presentazione; 
  5. l’unificazione al 30 settembre di ciascun anno del termine di presentazione del modello 730 (e delle schede per la scelta della destinazione del due, del cinque e dell’otto per mille) al proprio sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, al CAF-dipendenti o al professionista abilitato (rispetto al precedente 7 luglio, per la presentazione al sostituto, e 23 luglio, per la presentazione a professionisti o CAF); 
  6. la nuova condizione per i lavoratori a tempo determinato per presentare il modello 730 tramite sostituto, professionista o CAF, costituita dalla necessità che il contratto duri almeno dal mese di presentazione della dichiarazione al terzo mese successivo; 
  7. la rimodulazione dei termini entro cui i professionisti abilitati e CAF-dipendenti…
Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it