Assemblee di bilancio: flessibilità dei tempi di convocazione e possibilità di farle a porte chiuse - Diario quotidiano del 19 marzo 2020

Nel DQ del 19 Marzo 2020:
1) Prorogato il termine di prescrizione per l’accertamento fiscale
2) Indennità alle partite Iva, sospensione versamenti ed adempimenti fiscali, differimento termini approvazione bilancio: testo Decreto Cura Italia in Gazzetta Ufficiale
NOTIZIA IN EVIDENZA – 3) Assemblee di bilancio: flessibilità dei tempi di convocazione possibilità di farle a porte chiuse
4) Stop ai versamenti di ritenute, contributi e premi assicurativi
5) Decreto Cura Italia: la guida del MEF
6) MEF: Chiarimenti IMU a tutto campo
7) Processo tributario on line: possibilità di consultazione per le parti costituite in modalità cartacea
8) COVID-19 – pubblicato il Decreto Cura Italia: misure di lavoro

3) Assemblee di bilancio: flessibilità dei tempi di convocazione e possibilità di farle a porte chiuse

assemblee di bilancioDecreto Cura Italia e assemblee societarie: emergono alcune necessità sulla flessibilità dei tempi di convocazione delle prossime assemblee di bilancio e  sulla possibilità di tenere le assemblee a porte chiuse.

Assonime apprezza le misure adottate dal Governo nel Decreto Cura Italia, per consentire alle società di svolgere le prossime assemblee con tempi e modalità compatibili con le misure di sicurezza connesse all’emergenza sanitaria e al contempo in grado di assicurare la necessaria continuità alla vita societaria, in linea con le aspettative del mercato.

Il Decreto ha in primo luogo previsto una maggiore flessibilità nei tempi di svolgimento dell’assemblea, consentendo a tutte le società di convocare l’assemblea ordinaria di bilancio entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio, derogando alle disposizioni normative e all’eventuale mancanza di una previsione statutaria.

Questa flessibilità, peraltro contenuta nei tempi e già prevista in via generale dall’ordinamento, appare opportuna per venire incontro alle difficoltà operative che coinvolgono molte società e per consentire l’efficace applicazione delle nuove modalità di svolgimento dell’assemblea, per le quali il Decreto ha previsto una serie di misure volte a evitare la presenza fisica dei soci.

In particolare, le società quotate – sia sul mercato regolamentato sia un sistema multilaterale di negoziazione – e le società con azioni diffuse potranno infatti prevedere che il voto sia esercitato esclusivamente attraverso il rappresentante designato, anche qualora tale figura non sia prevista dallo statuto, secondo modalità semplificate rispetto alle attuali previsioni regolamentari.

Analoghe misure sono state previste per le altre società di capitali e le società cooperative.

L’applicazione di queste procedure straordinarie di svolgimento dell’assemblea, soprattutto per le società con un elevato numero di azionisti, richiederà modalità organizzative in gran parte nuove, anche differenziate in funzione delle specifiche esigenze delle singole società.

Per l’efficace definizione di tali modalità Assonime intende fornire alle società ogni utile supporto, anche nell’interlocuzione con l’Autorità di Vigilanza, in particolare con riferimento all’opportunità di un’interpretazione flessibile del quadro normativo e regolamentare attuale, nel rispetto dei principi di fondo che il sistema intende tutelare.

(Fonte Assonime, nota del 18 marzo 2020)

A cura di Vincenzo D’Andò

Giovedì 19 marzo 2020

 

Per proseguire nella lettura delle altre notizie del Diario Quotidiano, scarica il PDF sul tuo pc!

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it