Dal 2 marzo 2020 per la registrazione degli atti privati si paga con Modello F24 – Diario Quotidiano del 24 Febbraio 2020

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 24 febbraio 2020

Nel DQ del 24 Febbraio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Dal 2 marzo 2020 per la registrazione degli atti privati si paga con Modello F24
2) Compensi agli amministratori: l’indeducibilità non è doppia imposizione
3) Anche l’avviso di accertamento sull’imposta comunale necessita di motivazione
4) “Rottamazione-ter”: il 28 febbraio 2020 scadrà la rata
5) Triennio formativo 2020-2022: pubblicate le linee guida sulla formazione continua dei revisori legali per il 2020
6) Si applica l’Iva ridotta per ringhiere, tettoie per balconi e terrazze, purché siano “riutilizzabili”
7) Nessun vantaggio fiscale indebito per la scissione “asimmetrica”
8) Contratti di appalto: documento del Cndcec sulla verifica del versamento delle ritenute fiscali e contributi
9) Detrazione IVA spesa farmaceutica (pay-back farmaceutico)
10) Ex dipendenti: tassazione arretrati da lavoro dipendente

1) Dal 2 marzo 2020 per la registrazione degli atti privati si paga con Modello F24

registrazione degli atti privatiRegistrazione degli atti privati: dal 2 marzo 2020 si potrà pagare anche con Modello F24 e, dopo un periodo transitorio, dal 1° settembre 2020, non si potrà più utilizzare il Modello F23.

I nuovi codici tributo vengono, quindi, istituiti per consentire il versamento delle somme dovute per la registrazione degli atti privati per effetto del provvedimento dell’Agenzia del 27 gennaio 2020, con il modello unificato di pagamento.

 

Registrazione degli atti privati: nuovi codici tributo

In particolare, a seguito dell’avvenuta estensione