Conversione in Legge Decreto Milleproroghe: nuovo termine per nomina revisori - Diario Quotidiano del 28 Febbraio 2020

Nel DQ del 28 Febbraio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA – 1) Decreto milleproroghe convertito in Legge: nuovo termine per nomina revisori
2) Durf, tempi tecnici permettendo, sarà disponibile nel cassetto fiscale
3) Contabilità reperita dal Commercialista: il fisco deve prima attendere i 60 giorni per l’avviso di accertamento
4) Imposta di registro in misura fissa sulla cessione dei terreni in convenzione urbanistica
5) Determinazione valore azioni aventi diritti patrimoniali rafforzati
6) Chiarimenti sul trattamento fiscale: piano di azionario ai lavoratori impatriati
7) COVID-19: come applicare il lavoro agile semplificato
8) Cessazione attività: ok alla fatturazione anticipata, salvo il diritto alla detrazione Iva
9) Acquisto di veicoli con Iva ridotta: basta il verbale medico che riconosce l’indennità per disabilità psichica

10) Vendita prima casa prima dei 5 anni: con la separazione consensuale il bonus fiscale decade

1) Conversione in Legge Decreto Milleproroghe: nuovo termine per nomina revisori

nomina revisoriMercoledì 26 febbraio 2020, con 154 voti favorevoli, 96 contrari e nessuna astensione, il Senato ha rinnovato la fiducia al Governo con l’approvazione, nel testo licenziato dalla Camera, del D.D.L. n. 1729 di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, in materia di proroga di termini legislativi.

 

Nomina Revisori: le novità del Milleproroghe

Dunque, la nomina del revisore legale dovrà essere effettuata entro il 29 aprile 2020 (dato che quest’anno è bisestile).

E’ ora ufficiale il nuovo termine per la nomina del revisore o dell’organo di controllo nelle Srl giacché all’approvazione del bilancio, il cui termine ordinario è fissato in 120 giorni dalla data di chiusura dell’esercizio.

In deroga, l’approvazione del bilancio può slittare entro il termine di 180 giorni dalla data di chiusura dell’esercizio, se motivato da particolari esigenze relative alla struttura e all’oggetto della società.

 

Nomina revisori: i limiti da monitorare

L’attuale normativa (art. 2477 c.c.) obbliga alla nomina dell’organo di controllo o del revisore se la società:

  • è tenuta alla redazione del bilancio consolidato;
     
  • controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti.

 

L’obbligo di nomina sussiste anche quando la società ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti:

  • totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro;
     
  • ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro;
     
  • dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 20 unità.

 

L’obbligo di nomina dell’organo di controllo o del revisore, invece, viene meno (ovvero cessa) quando, per tre esercizi consecutivi, non viene superato alcuno dei predetti tre limiti (occorre, quindi, non superare tutti e tre i limiti per tre anni consecutivi).

 

Per tutti i nostri approfondimenti in tema di Riforma della Crisi d’Impresa e dell’insolvenza…..CLICCA QUI

 

A cura di Vincenzo D’Andò

Venerdì 28 Febbraio 2020

 

Per proseguire nella lettura delle altre notizie del Diario Quotidiano, scarica il PDF sul tuo pc!

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it